img_8094.jpg

LA FOCACCIA DI CHECCO (ZALONE, OF COURSE)

Ci sono tre posti in cui passerei tutta la vita.

Tre luoghi: quello delle radici, quello dell’anima e quello della spensieratezza.

Tre posti nel mondo dove in qualche modo c’è un pezzetto del mio cuore, una parte di me anche se abito a chilometri di distanza.

Il luogo della spensieratezza si chiama Polignano a Mare, in Puglia.

Ci sono andata un mese fa, quando di spensieratezza nella mia vita non ce n’era nemmeno l’ombra. Avevo bisogno di luce e di risate, di calore e di affetto.

Così sono tornata a Polignano. E per un evento davvero lieto: il matrimonio di mia cugina Alessandra. Bellissimo, come bellissimi erano gli sposi, in una masseria immersa nella distesa di ulivi e muretti in pietra della Puglia.


È stato qualcosa di magico, il raggio di sole che ci voleva. Sono, in qualche modo, caduta dalle nubi.

E allora perché non approfittarne per una cinericetta ispirata a Polignano e al suo attore più famoso (dopo Modugno, che oltre ad aver cantato ha pure recitato)? Checco Zalone con il suo Cado dalle nubi.

Per App al Cinema ho così sfornato una ricetta, la classica focaccia pugliese, ispirandomi alla ricetta di Valeria De Rossi con qualche variazione personale sul tema.


Ringrazio Anna Maria Pellegrini per le dritte, il matrimonio di Alessandra e Pietro e l’aria di mare di Polignano per avermi ispirato (e se siete nei dintorni non perdetevi la spiaggia di San Giovanni e andate a Conversano: da non perdere).


Cosa aspettate a leggere la ricetta? Andare subito su App al Cinema e leggete la mia rubrica Amore, cucina e cinema!

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>